Introduzione

Ruby è una delle lingue più popolari oggi. Ha una sintassi elegante ed è la lingua dietro il potente framework Ruby on Rails.

In questo tutorial ti mostreremo tre modi diversi per installare Ruby sul sistema Ubuntu 18.04.

Prerequisiti

Prima di iniziare con il tutorial, assicurati di aver effettuato l'accesso come utente con privilegi sudo.

Se desideri installare Ruby su un server in remoto continua a leggere, altrimenti salta il primo paragrafo "Connessione al Server" e leggi il successivo.

Connessione al Server

Per accedere al server, è necessario conoscere l'indirizzo IP. Avrai anche bisogno dell'username e della password per l'autenticazione. Per connettersi al server come utente root digitare il seguente comando:

ssh [email protected]_DEL_SERVER

Successivamente sarà necessario inserire la password dell'utente root.

Se non utilizzate l'utente root potete connettervi con un'altro nome utente utilizzando lo stesso comando, quindi modificare root con il vostro nome_utente:

ssh [email protected]_DEL_SERVER

Successivamente vi verrà chiesto di inserire la password del vostro utente.

La porta standard per connettersi tramite ssh è la 22, se il vostro server utilizza una porta diversa, sarà necessario specificarla utilizzando il parametro -p, quindi digitare il seguente comando:

ssh [email protected]_DEL_SERVER -p PORTA

Installare Ruby dai repository Ubuntu

Il modo più semplice per installare Ruby sul tuo sistema Ubuntu è tramite il gestore pacchetti apt. Al momento in cui scrivo, la versione nei repository Ubuntu è 2.5.1, che è l'ultima versione stabile di Ruby.

Per installare Ruby dai repository Ubuntu predefiniti, attenersi alla seguente procedura:

Innanzitutto, aggiorna l'indice dei pacchetti:

sudo apt update

Installa Ruby digitando:

sudo apt install ruby-full

Per verificare che l'installazione sia andata a buon fine, eseguire il comando seguente che stamperà la versione di Ruby:

ruby --version

L'output sarà simile al seguente:

ruby 2.5.1p57 (2018-03-29 revision 63029) [x86_64-linux-gnu]

Installare Ruby utilizzando Rbenv

Rbenv è uno strumento di gestione della versione Ruby leggero che consente di cambiare facilmente le versioni di Ruby. Per impostazione predefinita Rbenv non gestisce l'installazione delle versioni di Ruby, quindi è necessario installare anche ruby-build uno strumento che ti aiuta a installare qualsiasi versione di Ruby di cui potresti aver bisogno. È disponibile come programma autonomo e come plugin per rbenv.

Per installare Ruby utilizzando lo script Rbenv, attenersi alla seguente procedura.

Innanzitutto, aggiorna l'indice dei pacchetti e installa i pacchetti richiesti per lo strumento ruby-build per compilare Ruby dall'origine:

sudo apt update
sudo apt install git curl libssl-dev libreadline-dev zlib1g-dev autoconf bison build-essential libyaml-dev libreadline-dev libncurses5-dev libffi-dev libgdbm-dev

Quindi, esegui il seguente comando curl per installare sia rbenv che ruby-build:

curl -sL https://github.com/rbenv/rbenv-installer/raw/master/bin/rbenv-installer | bash -

Lo script clonerà i repository rbenv e ruby-build da GitHub alla directory ~/.rbenv. Lo script di installazione chiama anche un altro script che proverà a verificare l'installazione.

Aggiungi $HOME/.rbenv/bin all'utente PATH.

Se stai usando Bash (la shell di default sulla maggior parte dei sistemi operativi), esegui questi comandi:

echo 'export PATH="$HOME/.rbenv/bin:$PATH"' >> ~/.bashrc
echo 'eval "$(rbenv init -)"' >> ~/.bashrc
source ~/.bashrc

Se utilizzi la shell Zsh:

echo 'export PATH="$HOME/.rbenv/bin:$PATH"' >> ~/.zshrc
echo 'eval "$(rbenv init -)"' >> ~/.zshrc
source ~/.zshrc

Installa l'ultima versione stabile di Ruby e impostala come versione predefinita con:

rbenv install 2.5.1
rbenv global 2.5.1

Per elencare tutte le versioni disponibili di Ruby è possibile utilizzare il seguente comando:

rbenv install -l

Verifica che Ruby sia stato installato correttamente stampando il numero di versione:

ruby -v
ruby 2.5.1p57 (2018-03-29 revision 63029) [x86_64-linux]

Installare Ruby usando RVM

RVM è un altro strumento per l'installazione, la gestione e il funzionamento con più ambienti Ruby.

Per installare Ruby utilizzando lo script RVM, attenersi alla seguente procedura.

Innanzitutto installa le dipendenze richieste per l'utilità RVM per compilare Ruby dall'origine:

sudo apt update
sudo apt install curl g++ gcc autoconf automake bison libc6-dev libffi-dev libgdbm-dev libncurses5-dev libsqlite3-dev libtool libyaml-dev make pkg-config sqlite3 zlib1g-dev libgmp-dev libreadline-dev libssl-dev

Esegui i seguenti comandi per installare RVM:

gpg --keyserver hkp://keys.gnupg.net --recv-keys 409B6B1796C275462A1703113804BB82D39DC0E3 7D2BAF1CF37B13E2069D6956105BD0E739499BDB
curl -sSL https://get.rvm.io | bash -s stable

Per iniziare a utilizzare RVM è necessario eseguire il comando seguente:

source /etc/profile.d/rvm.sh

Installa l'ultima versione stabile di Ruby con RVM e impostala come versione predefinita con:

rvm install 2.7.0
rvm use 2.7.0 --default

Verifica che Ruby sia stato installato correttamente stampando il numero di versione:

ruby -v
ruby 2.7.0p0 (2019-12-25 revision 647ee6f091) [x86_64-linux]

Per ulteriori informazioni su come gestire le installazioni di Ruby, visitare la pagina della documentazione di RVM.

Conclusione

Ti abbiamo mostrato tre modi diversi per installare Ruby sul tuo server Ubuntu 18.04. Il metodo scelto dipende dalle tue esigenze e preferenze. Anche se l'installazione della versione in pacchetto dal repository Ubuntu è più semplice, i metodi Rbenv e RVM offrono maggiore flessibilità per l'aggiunta e la rimozione di diverse versioni di Ruby in base all'utente.