Introduzione

exFAT (Extended File Allocation Table) anche conosciuto come FAT64 è un file system Microsoft proprietario ottimizzato per dispositivi di memoria flash come schede SD e unità flash USB. È stato progettato per sostituire il vecchio file system FAT32 a 32 bit che non è in grado di memorizzare file di dimensioni superiori a 4 GB.

Il file system exFAT è supportato sulle ultime versioni dei sistemi operativi Windows e macOS. CentOS, come la maggior parte delle altre principali distribuzioni Linux, per impostazione predefinita non fornisce supporto per il filesystem exFAT proprietario.

Se si utilizza CentOS come sistema operativo, è probabile che ad un certo punto si verifichi un problema durante il tentativo di montare un'unità USB formattata exFAT.

Questo tutorial spiega come abilitare il supporto exFAT su CentOS 7.

Montaggio exFAT Drive su CentOS

Per poter montare il filesystem exFAT su CentOS dovrai installare il modulo e gli strumenti FUSE exFAT gratuiti che forniscono un'implementazione completa del file system exFAT per sistemi simili a Unix.

I pacchetti exFAT non sono disponibili nei repository core di CentOS 7. Puoi scegliere di compilare gli strumenti exFAT dal sorgente o installarli con yum dal repository Nux Dextop.

Il repository Nux dipende dal repository software EPEL . Se il repository EPEL non è abilitato sul sistema, abilitalo digitando:

sudo yum install epel-release

Quindi, importare la chiave GPG del repository e abilitare il repository Nux installando il pacchetto rpm:

sudo rpm -v --import http://li.nux.ro/download/-nux.ro
sudo rpm -Uvh http://li.nux.ro/download/nux/dextop/el7/x86_64/nux-dextop-release-0-5.el7.nux.noarch.rpm

Una volta abilitato il repository, installare i pacchetti exfat-fuse e exfat-utils usando i seguenti comandi:

sudo yum install exfat-utils fuse-exfat

Ora puoi montare il tuo dispositivo formattato exFAT.

Conclusione

Ti abbiamo mostrato come abilitare il supporto per il file system exFAT sul tuo computer CentOS 7.