Introduzione

Python è un linguaggio di programmazione ad alto livello, orientato agli oggetti, flessibile e versatile che può essere sfruttato per molti casi d'uso, per sviluppare applicazioni distribuite, scripting, computazione numerica, system testing, apprendimento automatico e sviluppo back-end.

In questo tutorial vedremo come installare Python 3 con un ambiente di programmazione su Ubuntu 18.04 LTS.

Configurare Python 3

Ubuntu 18.04 ha installato di default sia Python 2 che Python 3.

Assicuriamoci che il sistema sia aggiornato alle ultime versioni disponibili:
sudo apt update
sudo apt -y upgrade

Per controllare la versione di Python 3, da terminale:
python3 -V

Dovresti ricevere un messaggio di output simile al seguente:

Python 3.6.5

Per gestire i pacchetti di Python, è possibile utilizzare il tool pip, uno strumento che ci permette di installare e gestire i pacchetti di Python.

Installare pip:
sudo apt install -y python3-pip

I pacchetti Python possono essere installati con il seguente comando:
pip3 install nome_pacchetto

Consiglio l'installazione dei seguenti pacchetti indispensabili per lo sviluppo di numeri programmi in Python:
sudo apt install build-essential libssl-dev libffi-dev python3-dev

Configurare un ambiente virtuale

Gli ambienti virtuali ti consentono di avere uno spazio isolato sul tuo server per i progetti Python, assicurando che ognuno dei tuoi progetti possa avere il proprio insieme di pacchetti e versioni di Python.

Puoi configurare tutti gli ambienti di programmazione Python che desideri. Ogni ambiente è fondamentalmente una directory o una cartella sul server che contiene alcuni script per farlo funzionare come un ambiente.

Utilizziamo il module venv per configurare un ambiente virtuale.

Installare venv:
sudo apt install -y python3-venv

Creare una nuova cartella per i nostri progetti:
mkdir envs

Entrare nella cartella:
cd envs

Creare un ambiente virtuale:
python3.6 -m venv first_env

Verrà creata una nuova cartella con alcuni file all'interno. Per visualizzare i file:
ls first_env

Dovreste ricevere un messaggio di output simile al seguente:

bin include lib lib64 pyvenv.cfg share

Attivare il nostro primo ambiente virtuale per poterlo utilizzare:
source first_env/bin/activate

Il tuo prompt dovrebbe cambiare per indicare che stai ora operando all'interno di un ambiente virtuale Python.
Esempio:
(first_env) [email protected]:~/envs$

Quando l'ambiente virtuale è attivato utilizzare pip invece di pip3, anche se si sta utilizzando Python 3.

Creare un programma

Creare un programma per testare il nostro ambiente virtuale.

Creare ed aprire un nuovo file Python:
nano hello.py

Incollare all'interno del file la seguente riga di codice:
print ("Hello, World!")

Salvare e chiudere il file.

Eseguire il programma:
python hello.py

Dovreste ricevere un messaggio di output simile al seguente:

Hello, World!

Per uscire dall'ambiente virtuale:

deactivate 

L'installazione e la configurazione di Python 3 con un ambiente virtuale su Ubuntu 18.04 LTS è terminata.