Aiutaci a continuare a fornirti tutorial gratuiti e di qualità disattivando il blocco degli annunci, altrimenti abbonati al nostro sito.

Come installare Gitea su Ubuntu 20.04 LTS

11 mag 2021 6 min di lettura
Come installare Gitea su Ubuntu 20.04 LTS
Indice dei contenuti

Introduzione

Gitea è un server git self-hosted veloce e facile da usare scritto in Go. Include un editor di file del repository, monitoraggio dei problemi del progetto, gestione degli utenti, notifiche, wiki integrato e molto altro.

Gitea è un'applicazione leggera e può essere installata su sistemi a bassa potenza. Se stai cercando un'alternativa a Gitlab con un footprint di memoria molto più piccolo e non hai bisogno di tutte le features offerte da Gitlab, dovresti provare Gitea.

Questo articolo spiega come installare e configurare Gitea su Ubuntu 20.04 LTS Focal Fossa

Prerequisiti

Gitea supporta SQLite, PostgreSQL e MySQL/MariaDB come backend del database.

SQLite è consigliato solo per piccole installazioni. Le installazioni più grandi dovrebbero utilizzare MySQL o PostgreSQL.

Useremo SQLite come database per Gitea. Se SQLite non è installato sul tuo sistema Ubuntu, installalo immettendo i seguenti comandi come utente sudo:

sudo apt update
sudo apt install sqlite3

Installare Gitea

Gitea fornisce immagini Docker e può essere installato da codice sorgente, binario e come pacchetto. Installeremo Gitea da binario.

Installare Git

Il primo passo è installare Git sul tuo server:

sudo apt update
sudo apt install git

Verifica l'installazione visualizzando la versione di Git:

git --version
git version 2.25.1

Creare un utente Git

Crea un nuovo utente di sistema che eseguirà l'applicazione Gitea digitando:

sudo adduser \
   --system \
   --shell /bin/bash \
   --gecos 'Git Version Control' \
   --group \
   --disabled-password \
   --home /home/git \
   git

Il comando precedente crea un nuovo utente e gruppo denominato git e imposta la directory home su /home/git. L'output sarà simile al seguente:

Adding system user `git' (UID 112) ...
Adding new group `git' (GID 118) ...
Adding new user `git' (UID 112) with group `git' ...
Creating home directory `/home/git' ...

Scaricare il file binario Gitea

Andate alla pagina di Download Gitea e scaricare l'ultima binario per la propria architettura. Al momento della scrittura, l'ultima versione è 1.10.2. Se è disponibile una nuova versione, modificare la variabile VERSION nel comando sottostante.

Utilizzare wget per scaricare il binario Gitea nella directory /tmp:

VERSION=1.14.1
sudo wget -O /tmp/gitea https://dl.gitea.io/gitea/${VERSION}/gitea-${VERSION}-linux-amd64

Puoi eseguire il binario gitea  da qualsiasi posizione. Seguiremo la convenzione e sposteremo il binario nella directory /usr/local/bin:

sudo mv /tmp/gitea /usr/local/bin

Rendi eseguibile il binario:

sudo chmod +x /usr/local/bin/gitea

Eseguire i comandi seguenti per creare le directory e impostare le autorizzazioni e la proprietà richieste:

sudo mkdir -p /var/lib/gitea/{custom,data,log}
sudo chown -R git:git /var/lib/gitea/
sudo chmod -R 750 /var/lib/gitea/
sudo mkdir /etc/gitea
sudo chown root:git /etc/gitea
sudo chmod 770 /etc/gitea

La struttura delle directory sopra è consigliata dalla documentazione ufficiale di Gitea.

Le autorizzazioni della directory /etc/gitea vengono impostate 770  in modo che la procedura guidata di installazione possa creare il file di configurazione. Una volta completata l'installazione, imposteremo autorizzazioni più restrittive.

Creare un file di unità Systemd

Eseguiremo Gitea come servizio di sistema.

Scarica il file di unità systemd di esempio nella directory /etc/systemd/system digitando:

sudo wget https://raw.githubusercontent.com/go-gitea/gitea/main/contrib/systemd/gitea.service -P /etc/systemd/system/

Non è necessario modificare il file, è configurato per corrispondere alla nostra configurazione.

Abilita e avvia il servizio Gitea:

sudo systemctl daemon-reload
sudo systemctl enable --now gitea

Verifica che Gitea sia in esecuzione:

sudo systemctl status gitea
● gitea.service - Gitea (Git with a cup of tea)
     Loaded: loaded (/etc/systemd/system/gitea.service; enabled; vendor preset: enabled)
     Active: active (running) since Thu 2021-05-06 05:32:04 UTC; 7s ago
   Main PID: 77781 (gitea)
      Tasks: 6 (limit: 470)
     Memory: 130.6M
     CGroup: /system.slice/gitea.service
             └─77781 /usr/local/bin/gitea web --config /etc/gitea/app.ini
...

Configurare Gitea

Ora che Gitea è stato scaricato e in esecuzione, possiamo finalizzare l'installazione tramite l'interfaccia web.

Per impostazione predefinita, Gitea ascolta le connessioni sulla porta 3000 su tutte le interfacce di rete.

Se hai un firewall UFW in esecuzione sul tuo server, dovrai aprire la porta Gitea. Per consentire il traffico sulla porta 3000, inserisci il seguente comando:

sudo ufw allow 3000/tcp

Apri il browser, digita http://YOUR_DOMAIN_IR_IP:3000 e apparirà una schermata simile alla seguente:

Impostazioni database:

  • Tipo di database: SQLite3
  • Percorso: utilizza un percorso assoluto, /var/lib/gitea/data/gitea.db

Impostazioni generali dell'applicazione:

  • Titolo del sito: inserisci il nome della tua organizzazione.
  • Percorso radice del repository: lasciare il valore predefinito var/lib/gitea/data/gitea-repositories.
  • Git LFS Root Path: lascia il valore predefinito /var/lib/gitea/data/lfs.
  • Esegui come nome utente: git
  • Dominio server SSH: immettere il dominio o l'indirizzo IP del server.
  • Porta SSH: 22, modificala se SSH è in ascolto su un'altra porta
  • Porta di ascolto HTTP Gitea: 3000
  • URL di base Gitea: utilizza http e il tuo dominio o indirizzo IP del server.
  • Log Path: lascia il valore predefinito /var/lib/gitea/log

Puoi cambiare le impostazioni in qualsiasi momento modificando il file di configurazione di Gitea.

Per avviare l'installazione, premi il pulsante "Installa Gitea".

L'installazione è istantanea. Una volta completato, verrai reindirizzato alla pagina di accesso.

Fare clic sul collegamento "Hai bisogno di un account? Iscriviti ora." . Il primo utente registrato viene automaticamente aggiunto al gruppo Admin.

Modificare le autorizzazioni del file di configurazione di Gitea in sola lettura utilizzando:

sudo chmod 750 /etc/gitea
sudo chmod 640 /etc/gitea/app.ini

Questo è tutto. Gitea è stato installato sulla tua macchina Ubuntu.

Configurare Nginx come proxy di terminazione SSL

Questo passaggio è facoltativo, ma è altamente consigliato. La terminazione SSL significa che Nginx fungerà da punto intermedio tra l'applicazione Gitea e i client Web in modo da poter accedere a Gitea tramite HTTPS.

Per utilizzare Nginx come proxy inverso , devi avere un dominio o un sottodominio che punta all'IP pubblico del tuo server. In questo esempio, useremo git.example.com.

Innanzitutto, installa Nginx e genera un certificato SSL Let's Encrypt gratuito utilizzando le guide seguenti:

Una volta terminato, apri il tuo editor di testo e modifica il file di dominio e configura il server block di nginx:

sudo nano /etc/nginx/sites-enabled/git.example.com
server {
    listen 80;
    server_name git.example.com;

    include snippets/letsencrypt.conf;
    return 301 https://git.example.com$request_uri;
}

server {
    listen 443 ssl http2;
    server_name git.example.com;

    proxy_read_timeout 720s;
    proxy_connect_timeout 720s;
    proxy_send_timeout 720s;

    client_max_body_size 50m;

    # Proxy headers
    proxy_set_header X-Forwarded-Host $host;
    proxy_set_header X-Forwarded-For $proxy_add_x_forwarded_for;
    proxy_set_header X-Forwarded-Proto $scheme;
    proxy_set_header X-Real-IP $remote_addr;

    # SSL parameters
    ssl_certificate /etc/letsencrypt/live/git.example.com/fullchain.pem;
    ssl_certificate_key /etc/letsencrypt/live/git.example.com/privkey.pem;
    ssl_trusted_certificate /etc/letsencrypt/live/git.example.com/chain.pem;
    include snippets/letsencrypt.conf;
    include snippets/ssl.conf;

    # log files
    access_log /var/log/nginx/git.example.com.access.log;
    error_log /var/log/nginx/git.example.com.error.log;

    # Handle / requests
    location / {
       proxy_redirect off;
       proxy_pass http://127.0.0.1:3000;
    }
}
/etc/nginx/sites-enabled/git.example.com

Non dimenticare di sostituire git.example.com con il tuo dominio Gitea e di impostare il percorso corretto per i file del certificato SSL. Il traffico HTTP viene reindirizzato a HTTPS

Riavvia il servizio Nginx affinché le modifiche abbiano effetto:

sudo systemctl restart nginx

Successivamente, cambia il dominio Gitea e l'URL di root. Per fare ciò, apri il file di configurazione e modifica le seguenti righe:

sudo nano /etc/gitea/app.ini
[server]
DOMAIN           = git.example.com
ROOT_URL         = https://git.example.com/
/etc/gitea/app.ini

Riavvia il servizio Gitea digitando:

sudo systemctl restart gitea

A questo punto, il proxy Gitea è configurato e puoi accedervi da: https://git.example.com

Configurare le notifiche e-mail

Se desideri che la tua istanza Gitea invii email di notifica, puoi installare Postfix o utilizzare alcuni servizi di posta transazionale come SendGrid, MailChimp, MailGun o SES.

Per abilitare le notifiche e-mail, apri il file di configurazione e modifica le seguenti righe:

sudo nano /etc/gitea/app.ini
[mailer]
ENABLED = true
HOST    = SMTP_SERVER:SMTP_PORT
FROM    = SENDER_EMAIL
USER    = SMTP_USER
PASSWD  = YOUR_SMTP_PASSWORD
/etc/gitea/app.ini

Assicurati di inserire le informazioni corrette sul server SMTP.

Riavvia il servizio Gitea affinché le modifiche abbiano effetto:

sudo systemctl restart gitea

Per verificare le impostazioni e inviare un'e-mail di prova, accedi a Gitea e vai a: Amministrazione sito> Configurazione> Configurazione mailer SMTP.

Gitea ti consente anche di connetterti a Slack creando un webhook e inviare notifiche ai tuoi canali Slack.

Aggiornare Gitea

Per eseguire l'aggiornamento all'ultima versione di Gitea, è sufficiente scaricare e sostituire il file binario.

Interrompi il servizio Gitea:

sudo systemctl stop gitea

Scarica l'ultima versione di Gitea e spostala nella directory /usr/local/bin:

VERSION=<THE_LATEST_GITEA_VERSION>
wget -O /tmp/gitea https://dl.gitea.io/gitea/${VERSION}/gitea-${VERSION}-linux-amd64
sudo mv /tmp/gitea /usr/local/bin

Rendi eseguibile il binario:

sudo chmod +x /usr/local/bin/gitea

Riavvia il servizio Gitea:

sudo systemctl restart gitea

Questo è tutto.

Conclusione

Questo tutorial ti ha guidato attraverso l'installazione di Gitea su Ubuntu 20.04 LTS Focal Fossa. Per ulteriori informazioni su come configurare la tua istanza Gitea e creare il tuo primo progetto, visita la pagina della documentazione di Gitea.

Supportaci se ti piacciono i nostri contenuti. Grazie.

Buy me a coffeeBuy me a coffee

Partecipa alla conversazione

Sostienici con una donazione.

Successivamente, completa il checkout per l'accesso completo a Noviello.it.
Bentornato! Accesso eseguito correttamente.
Ti sei abbonato con successo a Noviello.it.
Successo! Il tuo account è completamente attivato, ora hai accesso a tutti i contenuti.
Operazione riuscita. Le tue informazioni di fatturazione sono state aggiornate.
La tua fatturazione non è stata aggiornata.