Introduzione

Nginx pronunciato "engine x" è un server HTTP gratuito e open source ad alte prestazioni e proxy inverso responsabile della gestione del carico di alcuni dei più grandi siti su Internet. Può essere utilizzato come server Web autonomo e come proxy inverso per Apache e altri server Web.

Se sei uno sviluppatore o un amministratore di sistema, è probabile che tu abbia a che fare con Nginx regolarmente. L'avvio, l'arresto e il riavvio/ricaricamento sono le attività più comuni quando si lavora con un server web Nginx.

In questa guida, spiegheremo come avviare (start), arrestare (stop) e riavviare (restart) Nginx su server Linux.

Prerequisiti

Le istruzioni presuppongono che si sia effettuato l'accesso come root o utente con privilegi sudo.

La maggior parte delle attuali distribuzioni Linux utilizzano SystemD come sistema di inizializzazione predefinito e gestore dei servizi. Le distribuzioni precedenti si basano su SysVinit e utilizzano script di init per gestire i servizi.

Entrambe le unità di servizio SystemD e lo script SysVinit accettano i seguenti argomenti per gestire il servizio Nginx:

  • start: Avvia il servizio Nginx.
  • stop: Termina il servizio Nginx.
  • restart: Interrompe e quindi avvia il servizio Nginx.
  • reload: Riavvia con garbo il servizio Nginx. Alla ricarica, il processo Nginx principale arresta i processi figlio, carica la nuova configurazione e avvia nuovi processi figlio.
  • status: Mostra lo stato del servizio.

I comandi per la gestione del servizio Nginx sono gli stessi su tutte le distribuzioni Linux.

Avvia, arresta e riavvia Nginx utilizzando Systemctl

Systemd è un sistema e servizio responsabile dell'ultima versione di Ubuntu, CentOS e Debian.

Ogni volta che si apportano modifiche alla configurazione di Nginx, è necessario riavviare o ricaricare i processi del server web. Eseguire il comando seguente per riavviare il servizio Nginx:

sudo systemctl restart nginx

Quando si aggiungono o si modificano blocchi server, è consigliato effettuare un riavvio. Riavviare il servizio solo quando si apportano modifiche significative come la modifica di porte o interfacce. Alla ricarica, Nginx carica la nuova configurazione, avvia i nuovi processi di lavoro con la nuova configurazione e arresta con grazia i processi di lavoro precedenti.

Eseguire il comando seguente per ricaricare il servizio Nginx:

sudo systemctl reload nginx

Nginx può anche essere controllato direttamente con i segnali. Ad esempio, per ricaricare il servizio è possibile utilizzare il seguente comando:

sudo /usr/sbin/nginx -s reload

Per avviare il servizio Nginx, eseguire il comando seguente:

sudo systemctl start nginx

Eseguire il comando seguente per interrompere il servizio Nginx:

sudo systemctl stop nginx

Avvia, arresta e riavvia Nginx utilizzando SysVinit

Le versioni precedenti (EOLed) di Ubuntu, CentOS e Debian utilizzano gli script init.d per avviare, arrestare e riavviare il demone Nginx.

Riavvia il servizio Nginx:

sudo service nginx restart

Avviare il servizio Nginx:

sudo service nginx start

Interrompere il servizio Nginx:

sudo service nginx stop

Conclusione

In questa guida, ti abbiamo mostrato come avviare, arrestare e riavviare il web server Nginx su sistemi Linux.