Introduzione

Apache è un server HTTP open source e multipiattaforma. Viene installato con potenti funzionalità e può essere ulteriormente esteso con un'ampia varietà di moduli.

Se sei uno sviluppatore o un amministratore di sistema, è probabile che tu abbia a che fare con Apache regolarmente.

L'avvio, l'arresto e il riavvio/ricaricamento sono le attività più comuni quando si lavora con un server web Apache. I comandi per la gestione del servizio Apache sono diversi tra le distribuzioni Linux.

La maggior parte delle recenti distribuzioni Linux utilizzano SystemD come sistema di inizializzazione predefinito e gestore dei servizi. Le distribuzioni precedenti si basano su SysVinit e utilizzano script di init per gestire i servizi. Un'altra differenza è il nome del servizio. In Ubuntu e Debian, il servizio Apache è chiamato apache2, mentre nel sistema basato su Red Hat come CentOS, il nome del servizio è httpd.

In questa guida, spiegheremo come avviare, arrestare e riavviare Apache sulle distribuzioni Linux più popolari.

Prerequisiti

Le istruzioni presuppongono che si sia effettuato l'accesso come root o utente con privilegi sudo.

Entrambe le unità di servizio SystemD e lo script SysVinit accettano i seguenti argomenti per gestire il servizio Apache:

  • start: Avvia il servizio Apache.
  • stop: Termina il servizio Apache.
  • restart: Interrompe e quindi avvia il servizio Apache.
  • reload: Ricarica il servizio Apache. Alla ricarica, il processo principale di Apache arresta i processi figlio, carica la nuova configurazione e avvia nuovi processi figlio.
  • status: Mostra lo stato del servizio.

Avvia, ferma e riavvia Apache su Ubuntu e Debian

SystemD è un gestore di sistemi e servizi per le ultime versioni di Ubuntu (18.04,16.04) e Debian (10,9).

Eseguire il comando seguente per avviare il servizio Apache:

sudo systemctl start apache2

Eseguire il comando seguente per interrompere il servizio Apache:

sudo systemctl stop apache2

Ogni volta che si apportano modifiche alla configurazione di Apache, è necessario riavviare i processi del server. Eseguire il comando seguente per riavviare il servizio Apache:

sudo systemctl restart apache2

Le versioni precedenti (EOLed) di Ubuntu o Debian utilizzano gli script init.d per avviare, arrestare e riavviare il demone Apache:

sudo service apache2 start
sudo service apache2 stop
sudo service apache2 restart

Avvia, arresta e riavvia Apache su RHEL/CentOS

Systemd è il gestore di sistema e servizi per RHEL/CentOS 7 e 8 .

Avviare il servizio Apache:

sudo systemctl start httpd

Interrompere il servizio Apache:

sudo systemctl stop httpd

Riavvia il servizio Apache:

sudo systemctl restart httpd

Se si dispone di CentOS 6 (o precedente) utilizzare i seguenti comandi per avviare, arrestare e riavviare il demone Apache:

sudo service httpd start
sudo service httpd stop
sudo service httpd restart

Conclusione

In questo articolo, ti abbiamo mostrato come avviare, arrestare e riavviare il server web Apache su vari sistemi Linux.